K.O. PER LA DUCATO

CAMPITELLO 3
DUCATO 2
CAMPITELLO: Scorteccia, De Souza 6 (19’st Orlacchio), Petacchiola, Bigi (39’st Landi),
Brugnoletti, Federici, Annesanti, Silvestri, Bellini (31’st Trippanera), Brunetti (36’st Rosati),
Giacomo Soli (43’st Ciani).
A disposizione: Listanti, Gregorio Soli.
Allenatore: Marco Laureti 7
DUCATO: Cimarelli, Sbardellati, Arcangeli, Raspa, Pazzogna (44’st Pontani); Moretti (33’st Stella),
Piantoni, Quaglietti, Fedeli, Kola (33’st Paci), Tomassoni.
A disposizione: Mariani, Settimi, Ammenti, Pergolesi.
Allenatore: Fausto Ricci
ARBITRO: Daniele Agrò (Terni)
ASSISTENTI: Paolo Brodoni, Angelo Micucci (Terni)
MARCATORI: 44’pt Kola, 45’pt Moretti, 4’st Bellini, 38’st Rosati, 43’st Silvestri
K.O. a sorpresa e piuttosto doloroso per la Prima Squadra di mister Ricci che, a una settimana
dalla finalissima di Coppa Italia contro la Clitunno, incappa nella seconda sconfitta della stagione
ad opera di un Campitello spumeggiante, mai domo e ottimamente disposto in campo da mister
Marco Laureti.
Primo tempo tutto di marca gialloverdeblu con la Ducato che controlla la manovra avversaria e
colpisce al 44’ con il solito piede sinistro di Michele Kola ben servito da Simone Fedeli.
Passa solo un minuto e un’azione veloce avviata da capitan Quaglietti libera Tomassoni che vede
l’accorrente Andrea Moretti, destro fulminante e niente da fare per Scorteccia.
Nella ripresa inizia un’altra partita e il Campitello la riapre subito con Bellini che approfitta di una
mischia in area di rigore e più lesto di tutti deposita in rete.
I padroni di casa ci credono, giocano meglio e capovolgono il risultato nei dieci minuti finali: al 38’ il
nuovo entrato Rosati calcia un rasoterra vincente che Cimarelli non riesce a trattenere e a soli due
minuti dal novantesimo una bordata di Orlacchio si stampa sulla traversa, ricade in area e trova la
fortunosa deviazione di Silvestri che firma l’incredibile gol vittoria.
Al triplice fischio, è tanta la delusione in casa gialloverdeblu per una partita che sembrava vinta ma
che il Campitello ha meritato per volontà e determinazione.
Ai nostri ragazzi l’onore delle armi e la consolazione di una classifica che sorride ancora e vede la
prima delle inseguitrici (Viole) lontana ben 11 punti.
E da domani, testa al derby del “Blasone” che può valere un posto nella Storia del calcio regionale
umbro…